fbpx
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Visite guidate alla Tenuta San Marzano Mercurina e alle sue bellezze

28 Maggio/10:00 - 19:00

    • Visite naturalistiche alla Garzaia e all’ontaneto della Tenuta

 

    • Visite a tema riso tra le nostre risaie e alla Casa di Caccia scenario dell’ultimo libro di Mario Calabresi “Quello che non ti dicono”.

GARZAIA E ONTANETO

Oggi la Tenuta, e le sua preziosa biodiversità, è “custodita” dalla Fondazione Darefrutto un’organizzazione senza scopo di lucro, nata per promuovere la cultura per la tutela e la valorizzazione del patrimonio rurale naturalistico e ambientale.

Il contesto territoriale in cui si inserisce la Tenuta è un’area straordinariamente importante
per la grande biodiversità che racchiude. Biodiversità intesa sia come “insieme di ambienti diversificati” che come “numero di specie vegetali e animali differenti”.
La maggior parte dei 250 ettari che compongono la Tenuta, infatti, sono interessati dalla presenza di acqua: risorsa che scorre in rogge e canali, che alimenta risaie, che sostiene la presenza di aree boscate e che – soprattutto – rappresenta l’elemento fondamentale per la vita, espressa nelle sue diverse forme. In Tenuta la preziosa foresta di ontano nero che cresce in un terreno paludoso e i fontanili che alimentano i corsi d’acqua naturali ricchi di specie vegetali e animali. All’interno si trova di una delle “garzaie” più belle della Lomellina All’esterno delle aree boschive e palustri si attraverseranno le risaie; ambienti coltivati che offrono un terreno di caccia degli aironi.

MARIO CALABRESI E LA TENUTA NEL LIBRO “QUELLO CHE NON TI DICONO”

L’ultimo libro di Mario Calabresi “QUELLO CHE NON TI DICONO” parla della Tenuta San Marzano Mercurina ed in particolare della Casa di Caccia.Il libro racconta la storia di Carlo Saronio – figlio dell’ex proprietario della tenuta, , rampollo di una famiglia dell’alta borghesia milanese, rapito e ucciso durante gli Anni di Piombo. In particolare la casa di caccia, ha fatto da scenario di alcuni episodi raccontati nel libro dall’autore. Nel 1974 il figlio Carlo, come si narra nel libro di Mario Calabresi, metterà a disposizione la Casa di Caccia della Tenuta per gli incontri tra gli esponenti della sinistra extraparlamentare che fonderanno, poco dopo, le Brigate Rosse.

Ex casa di caccia

_ _ _

La Tenuta San Marzano è immersa in un bosco naturale di 54 ettari, in passato riserva di caccia privata e oggi al centro di un progetto naturalistico per la salvaguardia della BIODIVERSITÀ.

Questa isola naturalistica si distingue con tutta la sua imponente bellezza nel paesaggio circostante caratterizzato dai terreni agricoli, e la Fondazione continuerà a mantenere il bosco in tutta la sua estensione originaria. Sede di importanti flussi migratori e di “garzaie” studiate e monitorate
da professori e studenti del dipartimenti di biologia dell’università di Pavia.

Il sistema forestale che caratterizza il Bosco della Tenuta ne aumenta il valore ambientale del suo territorio, conferendogli anche un ruolo di primaria importanza all’interno degli equilibri ecologici del paesaggio regionale.

Gli Ontani neri che danno il benvenuto al visitatore lungo il corridoio di ingresso della Tenuta sono solo un piccolo anticipo dell’ontaneto che caratterizza gran parte del Bosco. Gli esemplari che lo compongono si manifestano in tutta la loro purezza e rigogliosa bellezza; hanno un’età compresa tra i 20 e 30 anni e raggiungono un’altezza media di circa 20 metri con un diametro di 25 cm.

L’ontaneto è sede della Garzaia presente sul territorio della Tenuta, habitat scelto da per la nidificazione da colonie di Aironi e altri uccelli protetti.

I Salici occupano l’estremità meridionale del Bosco e si accompagnano agli Ontani creando una area irregolare con una copertura lacunosa. All’estremità occidentale è possibile attraversare lembi di Querceto di farnia con olmo, inframmischiati a Pioppi Ibridi e Robinie.

Passeggiando per il bosco si possono osservare numerose specie di piccoli uccelli protetti come il Martin Pescatore, l’Usignolo, il Pettirosso, il Lucherino, la Capinera, le Cince e le Ballerine; ma anche Picchi, Cuculi e Ghiandaie.

Durante l’inverno, nel bosco colonizzano i Colombucci e si vedono le Beccacce, mentre sono da considerarsi stanziali alcuni uccelli rapaci quali Poiane, Gheppi, Sparvieri e Falchi pellegrini presenti da decenni in tutta l’area, come pure famiglie di Gufi, Barbagianni e Civette!

Anche i Fagiani e il Germano Reale trovano nel bosco della Cascina San Marzano un habitat favorevole per i loro nidi.

Per informazioni e prenotazioni contattare:

mail: eventi@fondazionedarefrutto.it

cell: +39.339.1557215 (whatsapp)

cell: +39. 333.1419934

orario apertura: 10:00 – 19:00

Dettagli

Data:
28 Maggio
Ora:
10:00 - 19:00
Categoria Evento:

Organizzatore

Fondazione Darefrutto
Telefono:
+39 3331419934
Email:
eventi@fondazionedarefrutto.it
Visualizza il sito dell'Organizzatore

Luogo

Tenuta San Marzano Mercurina
Via Cascina San Marzano, 5
Pieve del Cairo, Pavia 27037 Italia
+ Google Maps
Visualizza il sito del Luogo